“El Turco” di Orhan Yeniaras

This article is also available in: Italiano

“El Turco” di Orhan Yeniaras è un romanzo storico e d’avventura in grado di raccontarvi le origini dei Turchi di Moena, un villaggio del Trentino Alto Adige

El Turco

Nella zona di Trento, si trova un piccolo paese chiamato Moena. Al centro del paesino, nella piazza principale, si erge una statua del tutto particolare: un busto di un soldato dell’Impero Ottomano, con un piedistallo adornato da una mezzaluna e una stella. Ogni anno, nel mese di agosto, durante il carnevale, i residenti del villaggio escono per le strade indossando gli abiti tradizionali turchi, agitando bandiere con la mezzaluna e la stella. Nonostante nessuno nel villaggio conosca la lingua turca, le persone si riferiscono a questa statua dicendo: “È il nostro antenato, siamo turchi e questo posto è la nostra Turchia”. Ma chi è questo “turco” di cui parlano? Durante l’Assedio di Vienna del 1683, un ufficiale dell’Impero Ottomano di nome Balaban Ağa fu gravemente ferito e salvato dagli abitanti di Moena. Si stabilì nel villaggio e organizzò con successo una rivolta contadina contro i signori feudali che opprimevano il popolo con tasse esorbitanti. Attraverso questo romanzo-documentario, scoprirete la straordinaria storia di Balaban Ağa e i lati sconosciuti della disfatta di Vienna del 1683.

Un’immersione nel mondo ottomano per scoprire le origini di Moena

El Turco è un romanzo storico e d’avventura in grado di far rivivere al lettore uno l’ultimo periodo storico in cui l’Impero ottomano dominava davvero il mondo, mostrandoci tutta la potenza e la maestosità di un potentato che, proprio a seguito del fallito Assedio di Vienna del 1683, iniziò la sua parabola discendente. Grazie alle varie incursioni Balaban nei Balcani ed a Vienna, oltre che alle parentesi legate a al funzionamento della burocrazia ottomana e ad i suoi continui intrighi di palazzo, potremo farci un’idea ancor più precisa e dettagliata della vita sotto la Sublime Porta.

El Turco

L’atmosfera “alla Assassin’s Creed” sarà particolarmente utile sotto questo punto di vista, in quanto metterà il lettore davanti ad un testo “spensierato e leggero” che ha come principale scopo quello di intrattenere e di raccontare il perché in una località del Trentino vi sia un villaggio che ogni anni celebra con orgoglio le proprie origini turche. Un romanzo adatto a tutti che, fra storia, descrizioni e copertina, risulta il dono perfetto tanto a Natale quanto in altre occasioni; un must, ovviamente, nel caso foste trentini.

Nota a margine: a breve dovrebbe uscire una serie tratta da questo libro con Can Yaman come protagonista.

Seguimi su facebook, Spotify, YouTube e Instagram, oppure sul canale Telegram; trovi tutti i link in un unico posto: qui. Ogni like, condivisione o supporto è ben accetto e mi aiuta a dedicarmi sempre di più alla mia passione: raccontare il Medio Oriente ed il “mondo islamico”

Leave a Reply