Biografia e bibliografia di Adania Shibli

This article is also available in: Italiano

La biografia e la bibliografia (in italiano) di Adania Shibli, celebre scrittrice palestinese recentemente censurata dal Salone del libro di Francoforte

Biografia di Adania Shibli

Adania Shibli è nata nel 1974 in un villaggio palestinese dell’Alta Galilea, territorio che oggi fa parte di Israele; ha conseguito un master in comunicazione e giornalismo all’Università ebraica di Gerusalemme con una tesi dal titolo “Discorso, potere e copertura mediatica dell’uccisione di bambini palestinesi da parte dell’esercito israeliano”. Conclusa quella parte di percorso accademico ha iniziato a collaborare con alcune delle più importanti associazioni culturali palestinesi fra cui il Teatro Nazionale Palestinese di Gerusalemme ed il Centro Culturale Khalil Sakakini di Ramallah; sarà proprio allora che verrà notata dal grande Mahmoud Darwish, il quale sarà il primo a pubblicare le sue storie.

Adania Shibli

Da quel momento la sua carriera sarà folgorante, tanto che molte delle sue opere teatrali sono state messe in scena in alcuni dei maggiori teatri inglesi ed americani, inoltre i suoi libri sono stati tradotti in: inglese, francese, tedesco, italiano, ebraico e persino coreano. Nel 2009 ha conseguito un dottorato di ricerca presso l’Università di East London in Media e studi culturali con una tesi dal titolo “Terrore visivo: uno studio delle composizioni visive degli attacchi dell’11 settembre e dei principali attacchi nella “guerra al terrorismo” delle reti televisive britanniche e francesi”. Attualmente si divide fra Berlino e Ramallah, dove lavora all’Università Bir Zeit; parla correttamente arabo, inglese, ebraico, francese, tedesco e coreano.

Nel 2023 doveva ricevere un premio dal Salone del libro di Francoforte per il suo “Un dettaglio minore“, ma a seguito della problematica situazione politica la sua premiazione è stata rimandata a data da destinarsi, provocando un gran malcontento nel mondo culturale arabo e mondiale.

Bibliografia (in italiano) di Adania Shibli

Al momento le opere di Adania Shibli pubblicate in italiano sono 3:

“Sensi” edito da Argo (2007)

Adania Shibli

La protagonista, una ragazzina senza nome, incarna in modo esemplare sia la seconda generazione dell’Intifada che le ultime tendenze della narrativa dei Territori occupati: sulla pagina bianca, prima che il fragore dell’epica bisogna riversare l’arte di sopravvivere.

“Pallidi segni di quiete” edito da Argo (2014)

Adania Shibli

“Pallidi segni di quiete” raccoglie i più bei racconti di Adania Shibli, la giovane scrittrice palestinese il cui primo romanzo, “Sensi” (Argo 2007), è già noto al pubblico italiano. Calando l’asciutta enunciazione di minuti fatti quotidiani in un’atmosfera oscillante tra stupore e sgomento, Adania Shibli consegna al lettore un mondo drammaticamente incomprensibile. Da “Senza rami” a “Necrologio di un bravo professore del quartiere armeno” a “Pallidi segni di quiete”, che dà il titolo alla raccolta, è un incessante succedersi di finestre che si spalancano su un universo bello e terribile, fissato da occhi inermi e spietati.

Un dettaglio minore” edito da La Nave di Teseo (2021)

Un dettaglio minore

Questa storia inizia durante l’estate del 1949, un anno dopo la guerra che i palestinesi chiamano Nakba, la catastrofe – che ebbe come conseguenza l’esodo e all’espulsione di oltre 700.000 persone – e che gli israeliani celebrano come la Guerra d’indipendenza. Alcuni soldati israeliani attaccano un gruppo di beduini nel deserto del Negev, uccidendo tutti tranne un’adolescente. La ragazza viene catturata, stuprata, uccisa e sepolta nella sabbia. Molti anni dopo, ai giorni nostri, una donna di Ramallah prova a decifrare alcuni dettagli che aleggiano attorno a quell’omicidio. È colpita da quel delitto a tal punto da trasformarlo in un’ossessione, non solo a causa dell’efferatezza del crimine, ma perché è stato commesso esattamente venticinque anni prima il giorno in cui è nata.

 Vuoi donare qualcuno di questi libri a Medio Oriente e Dintorni in modo da creare contenuti ad hoc? Scrivimi in privato

Seguimi su facebook, Spotify, YouTube e Instagram, oppure sul canale Telegram; trovi tutti i link in un unico posto: qui. Ogni like, condivisione o supporto è ben accetto e mi aiuta a dedicarmi sempre di più alla mia passione: raccontare il Medio Oriente ed il “mondo islamico”

Leave a Reply