Sei arida come il deserto

Dai tuoi mille colori tutti i più grandi imperi sono passati e da tutti loro hai tratto insegnamenti, da loro hai appreso lingue, usi e conoscenze, ma nessuno di loro ti ha preso: non l’arabo con la sua lingua, non il tuareg con la sua libertà infinita, non il berbero con le sue antiche tradizioni.

Ma tu li hai arricchiti con la tua acqua preziosa, nascosta da quella fitta sabbia che usi per ricoprirti e per celare i tesori a coloro che non sono degni.

Su di te molti hanno fantasticato, ti hanno attribuito misteri, gemme e persino magiche creature, tu hai lasciato loro fare perché i diamanti non parlano e i profeti non si fregiano di titoli.

Non ti bastava però un luogo fisico perché ciò che ha davvero valore non è solo fisico ma anche interiore, e così ti hanno portato gli arabi in Italia e Spagna, e così i tuareg in Africa prima e in America poi.

Sei arida come il deserto

©Riproduzione Riservata

Lascia un commento

×
×

Carrello