Dalida, un’italiana tra Egitto e Francia

Cantante amatissima, attrice capace. Dalida è un ricordo impresso nella memoria di Francia, Italia ed Egitto.

Dalida nasce in Egitto alle porte del Cairo nel 1933. In un Egitto lontano dall’immagine di quello di oggi, un Egitto multiculturale, occidentalizzato nel male e nel bene. Sicuramente diverso.

Gli albori

Figlia di un primo violino dell’opera del Cairo e di una sarta, originari della calabria, Iolanda Cristina Gigliotti cresce in una grande comunità italiana. Qui vede la II Guerra mondiale dal punto di vista degli italiani (tra cui il padre) internati in campi di lavoro dai coloni inglesi. La sua carriera inizia con la vittoria del concorso Miss Ondina e poi di Miss Egitto nel 1954, che la porteranno ai primi ruoli cinematografici tra cui La regina delle piramidi, girato nel 1954, in cui fu controfigura di Joan Collins,  Le Masque de Toutankhamon (La maschera di Tutankhamon) e Sigarah wa kas (Un bicchiere, una sigaretta). Alla fine dello stesso anno avvenne il suo trasferimento in Francia in cerca di fortuna.

Iolanda diventa Dalida

Due anni dopo l’arrivo in Francia, ispirandosi al successo Dalila e Sansone del 1949, elegge Dalila a suo nome d’arte, poi trasformato in Dalida su consiglio dello scrittore Machard. Nel 1957 riceve il suo primo disco d’oro per il brano Bambino che la lancerà definitivamente sulla scena internazionale.

Un successo

Quel che si può dire di Dalida, senza stare ad elencare i numerosissimi progetti portati a termine, è che la sua carriera ha visto dei successi insperati (è stata la prima donna a vincere il disco di platino). Tra cinema, televisione (soprattutto italiana) e musica è diventata nel tempo un’icona, una diva che per tutta la sua carriera ha continuato a dividersi tra i tre Paesi che le appartenevano. Riconosciuta come tale a livello nazionale e internazionale ha ricevuto nel giugno 1968 il titolo di Commendatore delle Arti, delle Scienze e delle Lettere dal presidente francese Charles de Gaulle (era infatti cittadina naturalizzata francese), e il 5 dicembre, in Italia, prima donna in assoluto, la medaglia della Presidenza.

DALIDA RETROSPETTIVE – DALIDA COMMENDATRICE DELLE ARTI E DELLE LETTERE AL GRAN ANFITEATRO DEL PALAZZO DELLA (MUTUALITE)

Amori travagliati

La vita di Dalida però è stata molto tormentata, ed è stato poi questo tormento a portarla allo stremo e spingerla per tre volte al suicidio, l’ultimo fatale. La sua morte è nel tempo diventata oggetto di voci e legende, i suoi tre grandi amori sono morti suicidi, tra questi il cantautore Tenco, a cui era ancora legata al momento della tragedia. Subì un aborto clandestino, si avvicinò alla psicologia ma nonostante questo cadde in profonda crisi depressiva. Si tolse la vita nel maggio 1987 a Parigi lasciando una scritta accanto a sé: “La vita mi è insopportabile, perdonatemi”.

DALIDA E LUIGI TENCO

La cantante dei giovani

Biografia a parte Dalida è stata per tantissimi giovani “sessantottini” arabi l’artista e il cambiamento che ha accompagnato le fratture interne alla società araba stessa. Durante un periodo di nazionalismi che porteranno finalmente il nordafrica agli stati nazionali, Dalida era l’occidente cresciuto nel Medioriente. Dalida era un ponte tra le due realtà, un controsenso che metteva d’accordo le parti

Iolanda davanti alle Piramidi di Giza

Seguiteci sulla nostra pagina facebookSpotify e Instagram, oppure sul nostro canale Telegram. Se ti va, inoltre, abbiamo anche in corso un progetto a tema libri. Ogni like, condivisione o supporto è ben accetto e ci aiuta a dedicarci sempre di più alla nostra passione: raccontare il Medio Oriente

Annunci

4 pensieri riguardo “Dalida, un’italiana tra Egitto e Francia

  1. Articolo scritto benissimo e pieno di cose che non sapevo, complimenti! 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Ti ringrazio, qualsiasi suggerimento per un’aggiunta è benvenuto!

      Mi piace

      1. Grazie a te per la risposta! E a proposito di suggerimenti, colgo l’occasione per dirti che ho appena sfornato un nuovo post, in cui parlo di un film davvero imperdibile… spero che ti piaccia! 🙂

        Mi piace

  2. L’ha ripubblicato su Maria Cuono Communicatione ha commentato:
    Un bellissimo articolo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close