Non, pane e arte in Uzbekistan

Primo capitolo dedicato alla cucina con il “Non”, un pane uzbeko che, grazie ai suoi sapori e alle sue forme, ci ha conquistato. Ricetta tratta da “Feast” di Anissa Helou, che ringraziamo ancora una volta per l’opportunità.

Ingredienti:

  • 390 g di farina più dell’altra per l’impasto e per formare il pane
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 2 cucchiaini (30 g) di burro non salato a temperatura ambiente

Per la guarnizione:

  • 1 piccola cipolla (100 g circa) tagliata finemente
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
Pane
La piazza Registan a Samarcanda, in Uzbekistan

Preparazione

  1. Metti farina, lievito, sale e zucchero in una grande scodella e mischia bene. Lentamente aggiungi 310 ml di acqua, unendola alla farina man mano che vai avanti. Mischia fino a quando hai un primo impasto.
  2. Spostalo su un piano di lavoro leggermente infarinato ed impasta per 3 minuti. Metti la scodella sopra l’impasto e lascia riposare per 15 minuti, poi riprendi a lavorarlo per 3 minuti o fino a quando non avrai un impasto soffice e regolare. Forma una palla.
  3. Ungi una scodella pulita con del burro morbido e usane un po’ per spalmare l’impasto. Metti la palla nella scodella imburrata. Coprila con la plastica e lasciala in luogo caldo e senza corrente per un’ora e mezza, o fino a quando ha raddoppiato la sua stazza.
  4. Dividi in due l’impasto. Trasforma ogni pezzo in una palla e lascia il resto del tuo      lavoro a riposare per 15 minuti. A questo punto trasforma ciascuno di loro in un      cilindro di circa 20 cm di diametro e spesso 1 cm, assicurati di alzare i margini per    avere dei buoni cornicioni. Spazzola con dell’acqua. Copri tutto con un panno            umido da cucina e lascia riposare per 30 minuti.

Pane

5. Nel frattempo, inizia a riscaldare il forno come se dovessi cuocere una pizza. 

6. Scopri i “cilindri” fatti prima. Spazzola ancora con acqua fredda e fai una profonda incisione nel mezzo con i polpastrelli. A questo punto, usando una forchetta o un chekish, il tradizionale “stampa-pane” uzbeko, pungi il pane in tutta la parte dentro            i bordi. Trasferisci il tutto su della carta antiaderente da cucina.

7. Per la guarnizione: mischia la cipolla fine, i semi di sesamo e quelli di cumino in una scodella. Con le tue mani, spargi il mix su tutti i pani.

8. Cuocili per 12/15 minuti, o fino a quando diventano dorati e si alzano lungo i bordi. Controlla i panini dopo 12 minuti circa per vedere se non sta cuocendo troppo in fretta. Trasferiscili su una griglia per raffreddarli. Il pane è sempre migliore se lasciato raffreddare, come se fosse costantemente in trasformazione. Lo puoi sempre riscaldare per servirlo caldo.

Se vi è piaciuta la ricetta potete acquistare il libro su Amazon, domani vi porteremo in Siria con le “Kabab Karaz”, non mancate. Seguiteci sulla nostra pagina facebookYouTube e Instagram, oppure mandaci la foto del tuo iftar sul nostro canale Telegram. Ogni like, condivisione o supporto è ben accetto e ci aiuta a dedicarci sempre di più alla nostra passione: raccontare il Medio Oriente.

Pane
Direttamente da Feast
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close